29 agosto 2018

La voce organica e gli esercizi per migliorarla

La voce organica

Cos’è la voce organica

Ognuno di noi possiede una voce in grado di esprimere l’infinita varietà di emozioni, complessità di stati d’animo e sfumature di pensiero di cui fa esperienza. Questa è la nostra voce naturale, la voce che è in noi “per nascita”. E’ la nostra personalità che si esprime nonostante le maschere che indossiamo nella vita di tutti i giorni.

Modellata, condizionata da influenze esterne e da scelte personali, il risultato è che la voce che conosciamo, la nostra voce, non ha un suono familiare.

Ciò che usiamo solitamente potrebbe risultare molto limitato nella performance perché influenzato dai nostri pensieri e i nostri sentimenti, tanto da non essere disponibile alla libera espressione del contenuto di uno “script” (testo teatrale, spartito, discorso…).

Ma possiamo scegliere di ri-costruire in modo consapevole una voce autentica e naturale per consentire a chi ci ascolta di essere coinvolto. La voce organica è naturale e permette, infatti,  di rivelare le sfumature del pensiero e del sentire, a patto di essere in grado di liberarla dalle tensioni quotidiane per metterla al servizio di una libera comunicazione.

Guarda qui un video in cui Kristin Linklater parla della voce organica e di come e perchè la perdiamo

Gli Esercizi

La nostra voce  può essere efficace se  radicata in quei tratti neuro-fisiologici del corpo allenati a ricevere e trasmettere impulsi emotivi, immaginazione, psiche e intelletto. In questo modo il corpo vede, ascolta, sente e parla.

Il Metodo di Kristin Linklater propone una dettagliata serie di esercizi per combinare immagini, immaginazione e informazioni tecniche interessanti per tutti coloro che necessitano di comunicare per coinvolgere un pubblico.

Gli esercizi si articolano in una struttura dettagliata e accuratamente progettata che si sviluppa nei seguenti passaggi:

Il corpo:
la spina dorsale, il supporto al respiro naturale.

Il respiro:
liberare il respiro ,il ritmo della respirazione involontaria.

Il tocco del suono:
le vibrazioni iniziali.
Espansione delle vibrazioni, liberando il corpo dalle tensioni.

Il canale:
mandibola, lingua, palato molle.

La scala dei risuonatori :
petto, bocca, denti.

Capacita respiratoria:
diaframma, intercostali, pavimento pelvico.

La scala dei risuonatori :
seni paranasali, naso e cranio.

Estensione:
tre o quattro ottave di note parlate.

Articolazione:
gli articolatori modellano la voce in parola.

E se ti interessa passare dalla teoria alla pratica iscriviti subito al nostro corso
La voce organica: riscoprire i suoni della voce per una comunicazione efficace
in programma per sabato 15 e domenica 16 settembre.

Anna Perna

 

Riferimento

Kristin Linklater, La voce naturale. Immagini e pratiche per un uso efficace della voce e del linguaggio