5 settembre 2018

L’ottava intelligenza

Ottava intelligenza

Oggi i problemi dell’ambiente sono di forte impatto e lo è anche lo sviluppo di una sensibilità che ha come scopo  salvare l’ambiente dal degrado, dall’abbandono, dal depauperamento; per salvare specie animali dall’estinzione; per preservare foreste pluviali dalla distruzione totale che causerebbe cataclismi climatici; per proteggere animali dallo sfruttamento frenato, dall’abbandono, dalla vivisezione, dalla violenza imposta; per proteggere dall’estinzione piante tropicali medicinali utilizzate per combattere gravi malattie e forme tumorali; per ridurre l’inquinamento di intere regioni che provoca effetti devastanti sulla salute degli uomini; per rendere le nostre città più vivibili, i nostri cibi più sani, le nostre case più sicure.

Tutto ciò descrive l’8 intelligenza di cui parla Gardner e ripresa poi da Goleman nell'”intelligenza ecologica”

Chi ha una spiccata intelligenza naturalistica manifesta:

  • comunione con la natura
  • sensibilità verso flora e fauna
  • amore per l’allevamento di animali o la coltivazione di piante
  • cura e interazione con creature viventi
  • apprezzamento dell’impatto della natura su di sé e di sé sulla natura
  • saper riconoscere e classificare oggetti naturali

Esiste una 9 intelligenza?

Howard Gardner ha ipotizzato una nona intelligenza, l’intelligenza esistenziale. Essa concerne la capacità di saper riflettere sulle tematiche fondamentali della nostra esistenza e la propensione al ragionamento astratto per categorie concettuali universali.

L’intelligenza esistenziale ci rende inclini alla riflessione sulle tematiche che solitamente risultano oggetto dell’indagine filosofica. La curiosità è una prerogativa dell’età infantile, è l’età dei perché” che non dovrebbe mai abbandonarci.

Naturalmente il bambino non sa distinguere tra le domande appartenenti al mondo fisico e quello sensoriale, perciò ne formula una serie che interessa entrambi i tipi pensando che in ogni caso l’adulto abbia la risposta ad ogni sua domanda.

Affinchè i bambini possano sviluppare un atteggiamento di ricerca spirituale, esistenziale ed etica è di fondamentale importanza la trasmissione, da parte dell’adulto, del fatto che non è stupido interrogarsi sui grandi perché della vita e su tutte le questioni che non danno certezze, ma anzi bisogna sforzarsi di trovare delle risposte personali, in modo da confrontarle con quelle degli altri e anche con culture diverse favorendo così un’apertura mentale ed un clima di accettazione reciproca.

Anna Perna

 

Riferimenti

Articolo di Cinzia Riguzzi e Sonia Selleri “Why Multiple Intelligences in the classroom?”, pubblicato su Perspectives – Vol. XXVI, no. 1 – Spring 2000 – Reporter Editore. Riprende concetti espressi nel libro “Le tre intelligenze” di Robert J. Sternberg e Louise Spear-Swerling – edito da Erickson – 2001 e si arricchisce inoltre di quanto trovato sulle otto intelligenze elencate nel sito della Gardner School di Vancouver.