22 settembre 2017

Valutare le performance non significa solo misurare

Un sistema di Performance Management permette a ciascun collaboratore di percepire un senso di meritocrazia difficile ad ottenersi con altre strade. Ma la valutazione delle performance non dev’essere legata solamente alla premialità derivante dal raggiungimento degli obiettivi definiti. Deve essere un percorso teso all’individuazione dei gap e la conseguente pianificazione di strumenti (formativi e non) legati al miglioramento continuo dei collaboratori e, in stretta conseguenza, del miglioramento aziendale.

Perfomance Management, questo sconosciuto

I sistemi di Performance Management sono dei veri e propri processi (da aggiornare costantemente) che prevedono:

  • definizione degli obiettivi aziendali a breve, medio e lungo periodo che permettano di definire i percorsi per poterli raggiungere, individuare le risorse e parametrare gli indicatori che ne consentano la misurazione
  • mappatura dei processi aziendali che definiscano ruoli e responsabilità intercettate
  • individuazione delle competenze per mansione  che chiariscano hard e soft skill necessarie per svolgere adeguatamente ciascun ruolo
  • definizione KPI aziendali/di team/individuali che giustifichino priorità ed esigenze aziendali nel breve/medio termine
  • identificazione indicatori qualitativi e quantitativi per mansione in funzione dei KPI aziendali: ogni scheda valutativa riferita a ciascun collaboratore deve essere coerente ed in linea con gli obiettivi aziendali. Le schede devono essere chiare e comprensibili e devono permettere di capire responsabilità e comportamenti richiesti a ciascuno
  • costruzione processo e strumenti di rilevazione/valutazione vanno definiti in base alla realtà aziendale e costruiti con i referenti funzionali in modo da condividere sin da subito processo e priorità
  • formazione alla valutazione: valutare non è facile ed ogni valutatore va adeguatamente preparato tanto alla compilazione della scheda, quanto (e soprattutto) al colloquio di feedback con i propri collaboratori

Perchè usarli

I sistemi di Performance Management:

  • costruiscono valore e aumentano notevolmente l’engagement
  • ottimizzano i costi legati alla formazione
  • aggiornano la mappatura delle competenze aziendali
  • favoriscono percorsi di crescita adeguati
  • preparano a dei piani di sostituzione sostenibili

Istruzioni: da leggersi prima dell’uso

Il processo va ben comunicato e gestito in modo da essere compreso, valutato ed interpretato nella sua interezza. Senza questo passaggio il progetto non verrà valorizzato e molto probabilmente verrà ostacolato.

Fidatevi: i collaboratori valutati onestamente e cresciuti in funzione delle loro potenzialità producono.

Insomma:

Pati ciari amici cari” (traduzione triestino-italiano: “Patti chiari, amicizia lunga”)