7 Febbraio 2019

Le Academy aziendali: luoghi di apprendimento

É ormai una tendenza molto forte anche in Italia e non solo per le grandi aziende. Ed anche Google lo conferma…

Ma che cos’è una Academy aziendale e da dove nasce questa esigenza? In questo primo articolo troverete una prima definizione ed un po’ di storia.

Un’organizzazione che apprende

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un cambiamento profondo dei fattori critici di successo: la capacità di apprendere rapidamente e quindi di adattarsi al contesto, diventa fondamentale. Come descritto da Peter Senge, una “learning organization” incoraggia l’apprendimento, promuove lo scambio di informazioni tra le persone e crea una forza lavoro sempre più consapevole.

Dal 1927 ad oggi…

Sembra che la prima Academy aziendale sia stata fondata da General Motors nel 1927, mentre General Eletrics aprì la sua negli anni ’50. In Italia arrivano molto dopo, ma il numero sta salendo in maniera importante come spiega bene Salvatore Garbellano, tra gli autori di “Le Academy aziendali. Cultura, competenza e formazione in azienda” (Franco Angeli Editore): «Certo, investire in formazione è un costo, ma non avere personale esperto ha un prezzo ancora più alto. Perché oggi non è leader del mercato chi offre costi bassi, ma chi è in grado di proporre prodotti di alto livello e qualità. Non a caso, le aziende con un’academy interna sono le più solide e quelle uscite meglio dalla crisi»

Una delle Academy più conosciute è l’Eni Corporate University. Tra le prime academy fondate in Italia, la E.C.U. realizza attività di formazione per lo sviluppo del know-how tecnico e manageriale di Eni. In particolare, la Eni Corporate University non si rivolge solo a chi deve imparare, ma anche a chi è già esperto e vuole confrontarsi con altri suoi pari.

…Quindi come la possiamo definire?

Cosa NON è un’Academy: non è un nome più “moderno” per l’ufficio formazione e non è un catalogo di corsi interni!

Esistono molte definizioni, ma quella che mi ha colpito di più è quella dell'”European Foundation for Management Development”: una Academy aziendale è “l’espressione concreta e visibile di una learning organization che sviluppa e sostiene i processi di cambiamento, garantisce l’allineamento di valori, strategie e persone nell’organizzazione, adegua e fa crescere di continuo le competenze chiave dell’azienda e dei singoli individui che per essa e con essa lavorano; la sua mission è di aiutare a migliorare e rinforzare la posizione competitiva delle imprese sul mercato” (Bellavista 2016)

Insomma, un vero e proprio “business partner” fondamentale per lo sviluppo.

Ma come si costruisce una Academy aziendale? Quali sono i passaggi fondamentali? E qual è il contributo della tecnologia? Nei prossimi articoli approfondiremo il tema.

“Creare un’Academy è una grande occasione. Si tratta di una dichiarazione che si fa ai dipendenti sull’investimento nei talenti da parte dell’azienda. È una manifestazione degli ideali di un’impresa per l’eccellenza di leadership.” R. Krishnamoorthy, HR di GE

 

 

Photo by Tobias Fischer on Unsplash

 

 

Paolo Vallicelli, Trainer & Business Coach, ha l’obiettivo di rendere le organizzazioni sempre più “client oriented” sostenendo le persone a trovare soluzioni efficaci e sostenibili.